giovedì 7 agosto 2008

Sogno di una notte di mezza estate

Ottime notizie da L'Opinione delle libertà. "Il ministro dell’istruzione studia… da presidente di Regione. Già, Maria Stella Gelmini, giovane ministro del IV governo Berlusconi, aspira a succedere a Roberto Formigoni nel prestigioso e potente incarico di presidente della più importante regione italiana, la Lombardia"; ma sopratutto "new entry in via dell’Umiltà sarebbe il quarantunenne Salvatore Ferraro, condannato a 4 anni e 2 mesi per favoreggiamento per il delitto della studentessa universitaria Marta Russo, chiamato dal neo portavoce Capezzone a collaborare con lui ai piani alti del partito di Silvio Berlusconi". Il combinato disposto è di quelli che fanno sognare: l'indiscrezione del gioiello diretto da Arturo Diaconale lascia intendere che l'ipotesi di un Totò Ferraro al ministero dell'Università, dell'Istruzione e della Ricerca non sarebbe così remota. Dopo il grembiule e il 7 in condotta della Gelmini, non poteva esserci personalità più adatta a riformare gli atenei iniettando quel rigore che il'68 sembrava aver definitavamente cancellato dalla storia.

1 commento:

Wilma ha detto...

Good post.