mercoledì 30 aprile 2008

giovedì 24 aprile 2008

Fischiava il vento, ora non fischia più

Cari partigiani, non abbiatevene a male se alla montagna abbiamo sempre preferito il mare.

mercoledì 23 aprile 2008

martedì 22 aprile 2008

Sussidiarietà

Meno Stato, più fucili. La ricetta per la sicurezza dev'essere improntata al criterio di sussidiarietà, l'ha capito la Lega, col puntuale rilancio delle cosidette ronde, non l'hanno capito le sinistre - davvero sinistre nel loro chiudere gli occhi davanti alla violenza dei mostri venuti da lontano. L'ha sempre saputo, invece, Lele Lombardo: in Sicilia il modello di sicurezza partecipa esiste da sempre e in molti paesi si può andare a dormire lasciando la chiave attaccata alla porta. Sarebbe bello se il prossimo 1° maggio le istituzioni ricordassero il sessantunesimo anniversario dei fatti di Portella della Ginestra quale esempio di resistenza anticomunista. Cittadini, lamentatevi di meno, agite di più. (PS Continuate a firmare!)

sabato 19 aprile 2008

Lavoro e libertà

1. E abbiamo vinto anche per lui. Per difendere i veri valori, anche a costo di scontrarsi con certa magistratura. Il Vanni vive. 2. La raccolta firme prosegue, se ne parla in giro, ci si confronta. Forse gli italiani sono meno conformisti di come vengono dipinti dai giornali. 3. Formidabile pezzo di Daniele Capezzone che punta finalmente il dito sulla schifosa demonizzazione del "ganassa" Roberto Mercadalli , colpevole di rappresentare il ceto produttivo del Paese nella popolare trasmissione "Grande Fratello". Intraprenditore volenteroso, raffinato nel vestire e nei modi: non certo il solito drogato che troppe volte abbiamo visto rappresentare la nostra gioventù. Quale miglior bersaglio per gli ingrati kompagni che hanno la fortuna di lavorare in Mediaset, a quindici giorni dalle elezioni? Il buon Roberto è stato espulso ed esposto ai lazzi della Gialappa's band, subendo bordate che andavano a colpire, per analogia, il Gran Lombardo Silvio Berlusconi. Canale5 è sì un manganello mediatico, ma in mano alle sinistre. Peccato che un episodio di non poco conto come questo sia stato notato solo da Capezzone, che si era peraltro già distinto per l'attenzione a realtà come quella del wrestling - perché "la difesa delle libertà passa anche attraverso la difesa del wrestling" (Corriere della sera, 30.05.2005). Nessuno più di lui merita il Ministero della Cultura.

martedì 15 aprile 2008

E ora aboliamo il 25 aprile

Sì i tempi sono maturi. L'Istituto Maggie Tatcher ha calcolato quanti punti di PIL ci costa una festa nata nell'odio come quella che celebrerebbe la presunta "liberazione". Il felice risultato elettorale ha confermato che gli italiani sono stufi delle ideologie e all'ennesima scampagnata forzata preferirebbero rimboccarsi le maniche per guadagnare qualcosa in più (sindacati permettendo). E allora proviamoci: firmate la petizione per abolire il 25 aprile. E chissà se, ora che molti segreti di Stato vengono cancellati, si potrà sapere che fine ha fatto l'oro dei partigiani.

PDL FTW AGAIN!1!